Morellino di Scansano

Casse da 6 bottiglie
55,00 euro
Spese di spedizione da concordare

Scheda tecnica
Poggioaltoro è un Morellino di Scansano DOC (DOCG dalla vendemmia 2007) ottenuto con le uve provenienti dai nostri vigneti coltivati secondo i principi dell’agricoltura biologica. I vigneti si trovano nella parte nord del Comune di Scansano in direzione del Monte Labbro.

Tipologia dei terreni
I vigneti, impiantati nel 1999, sono situati su terreni con tessitura mista con una base franco-argillosa mediamente calcare ma ricchi di scheletro. Sono posti ad un’altitudine tra i 350-400 mt. S.l.m. con un’esposizione ovest-sud-ovest.

Uve impiegate
Sangiovese (almeno il 90%), Cabernet Sauvignon e Syrah (5-10%)

 

Sistema d’allevamento
Cordone speronato

Densità di impianto
5400 ceppi per ha.

Tecniche di produzione
Dopo la vendemmia che avviene tra fine settembre e primi dieci giorni di ottobre, si avvia la fermentazione alcolica del pigiato che prosegue per un periodo di 8-15 giorni a temperatura controllata intorno ai 28-32°C.
Contemporaneamente si procede alla macerazione sulle bucce, coadiuvata da tecniche di délestage e follatura sino al completamento della fermentazione alcolica. Le lavorazioni vengono sospese nella fase finale di macerazione.
Terminata questa fase il vino effettua la fermentazione malolattica in tini d’acciaio dove rimane per circa 3/4 mesi prima di effettuare un breve periodo di maturazione in tonneaux di rovere francese da 5 hl. Segue l’affinamento in bottiglia per un periodo minimo di 5 mesi.

Quantità prodotte
12000-15000 bottiglie l’anno.

Note organolettiche
Colore rosso rubino con riflessi violacei. Profumi intensi di amarena sotto spirito e mora. Al gusto risulta ben strutturato, con tannini avvolgenti e morbidi, buona sapidità e al retrogusto è piacevolmente persistente.

Note:
Il vino, come spesso avviene nel caso dei primogeniti, prende il nome dall’azienda e ha una capacità di affinamento che va ben oltre l’anno di imbottigliamento. La presenza importante di tannini, la gradazione e i valori di acidità presenti ne garantiscono, infatti, un’ottima conservazione; non compromettendone l’ottima bevibilità. Vino da tutto pasto da gustare con i tipici piatti maremmani a base di selvaggina o con formaggi saporiti.